Talenti per l'Impresa, Edizione 2013

GC&P Highlights

admin Approfondimenti

Talenti per L’impresa è un percorso per facilitare l’inserimento di giovani talenti in azienda.

L’IDEA

Tutti parlano oggi di disoccupazione giovanile come di uno dei maggiori problemi del nostro paese. Tutti ne parlano, ma chi fa qualcosa di concreto e di efficace per risolvere il problema? A giudicare dai risultati pochi. Per supplire a queste carenze un gruppo di professionisti del Nord Est particolarmente sensibili alle problematiche sociali, ha deciso di passare all’azione e di avviare un progetto chiamando a collaborare gli imprenditori che condividono la loro stessa sensibilità ai problemi della nostra società e in particolare ai problemi giovanili.

Negli anni ’70 il mestiere e il funzionamento del mercato del lavoro si imparavano in azienda, nelle numerose grandi imprese “incubatrici” che investivano sulle competenze e sull’organizzazione. Dal 1980 ad oggi l’industria del Nordest si è iper-frammentata. Oggi è composta da molte medie e piccole imprese con la loro limitata rete di fornitori. Queste imprese selezionano i fornitori, ma non sono più in grado di investire sulla formazione interna delle risorse umane.

L’ obiettivo fondamentale del progetto è quello di far acquisire a un gruppo di giovani delle competenze particolarmente avanzate e qualificate per consentire loro un più facile inserimento nel mercato del lavoro. Per fare ciò cerchiamo di fare tesoro dell’ esperienza formativa nel passato realizzata dalla grande azienda che alternava l’esperienza di lavoro con la formazione metodologica garantita dai manager interni.

Nel progetto i responsabili aziendali inseriscono i giovani facendo fare loro una esperienza di lavoro concreta ed efficace mentre la formazione metodologica, ieri garantita dai manager delle grosse aziende, oggi viene garantita da consulenti e formatori esperti .

Il primo e fondamentale aspetto del metodo di “Talenti per l’impresa” è l’ inserimento dei giovani in progetti di miglioramento organizzativo presso aziende venete.

Il secondo aspetto caratterizzante è l’affiancamento da parte di tutor/professionisti, che hanno maturato una lunga esperienza in ambito lavorativo in posizioni manageriali e consulenziali di primissimo piano.

Il tutto è accompagnato da un’attività formativa svolta a beneficio di tutti i giovani dagli stessi professionisti in aree ritenute fondamentali.

LE MODALITA’ OPERATIVE

Spesso i cosiddetti stage aziendali si rivelano esperienze poco significative e scarsamente incidenti sulla formazione dei giovani. Nel nostro progetto rivestono invece un’importanza fondamentale.

Essi vanno impostati secondo i seguenti principi:

1. Il giovane va inserito in un progetto di miglioramento organizzativo che gli consenta di apprendere un metodo di lavoro, di sperimentare le dinamiche del lavoro di gruppo, di confrontarsi con problemi significativi

2. Al giovane vanno assegnati precisi compiti e obiettivi e il suo lavoro va valutato nei risultati raggiunti

3. Il giovane va assistito e guidato da un tutor interno all’azienda e da un professionista esterno.

Si richiede una permanenza dei giovani presso le aziende di almeno 6 mesi.

Ad ogni giovane viene affiancato un tutor/professionista, con il compito di accompagnarlo durante il percorso in azienda e la formazione in aula. Il ruolo del tutor è quello di: incontrare periodicamente il giovane, consigliare il giovane nell’attività in azienda, coordinandosi con il personale interno, verificare i progressi sia tecnici che relazionali del giovane, esprimere un valutazione finale sull’attività complessiva svolta dal giovane.

Quattro sono gli aspetti che hanno caratterizzato e che sempre più caratterizzeranno in modo significativo l’evoluzione del mondo delle aziende nel contesto globale in cui si trovano ad operare..

L’approccio “Snello” , che consente di creare un’organizzazione eccellente che recepisce i bisogni dei propri clienti e li trasforma in prodotti e servizi unici e distintivi realizzati abbattendo ogni forma di spreco e migliorando sia l’efficienza che il servizio fornito.

Il modello “Sostenibile” , che fornisce una chiave di lettura dell’azione imprenditoriale che, lungi dall’essere uno sterile rifiuto del progresso, esalta la capacità dell’impresa che realizza prodotti pensati per preservare e valorizzare le risorse naturali per le generazioni future.

L’approccio “Interculturale” , che trasforma i movimenti a livello planetario di individui e di popoli in opportunità di business che derivano dal conoscere, gestire, far fruttare le contaminazioni tra culture diverse sia in Italia, per aziende che devono gestire una forza lavoro eterogenea, sia all’Estero, per aziende italiane che vogliono insediarsi in paesi extra europei.

Il modello della “Responsabilità Sociale d’Impresa” , che rafforza e legittima l’azione dell’impresa come agente di creazione di ricchezza e benessere in un contesto in cui, a volte, essa è ancora vista come strumento di sfruttamento e di conseguimento di profitto a breve termine.

L’attività formativa, che accompagna l’esperienza in azienda si propone di formare giovani che si inseriscano in azienda dopo un cammino formativo che riguarda tutti e quattro gli ambiti indicati e possano quindi portare alle nostre aziende non solo la conoscenza delle più avanzate metodologie, ma anche una mentalità nuova e più adeguata alle sfide della globalizzazione.

I PROTAGONISTI

Il progetto si rivolge a giovani Neolaureati, selezionati da una Commissione di professionisti esperti.

Due sono le categorie di persone che aiutano gli studenti nel percorso:

1. Professionisti, Manager, Ex Manager, consapevoli delle difficoltà dei giovani nell’inserimento nel mondo del lavoro e disponibili a comunicare la loro esperienza.

2. Aziende con particolare sensibilità ai problemi sociali e ambientali e/o interessate ad assumere e rendere velocemente operative persone qualificate e adeguatamente formate

La Commissione di professionisti esperti ha il compito di: selezionare i giovani neolaureati, esprimere una valutazione complessiva finale per ciascun giovane, sentito il tutor, raccogliere le adesioni da parte delle aziende, verificare lo stato avanzamento lavori.

Data l’alta valenza sociale del progetto i professionisti coinvolti forniscono la loro opera su base volontaria e senza costi. Alle aziende che partecipano al progetto si chiede di mettere a disposizione una somma di Euro 500 per ogni giovane e per ogni mese di stage in modo da poter fornire ai partecipanti un minimo di sostegno economico.

IL PREMIO

Agli studenti che ogni anno si distingueranno durante il percorso formativo e di stage previsto da Talenti per L’impresa, GC&P metterà a disposizione un premio in denaro, con delle modalità stabilite per ogni edizione.

I BENEFICI

VANTAGGI PER L’AZIENDA CHE OSPITA I GIOVANI:

Fare un “buon servizio” nell’aiutare i giovani ad acquisire una competenza significativa.

Disporre per un periodo significativo del tempo che i giovani lavoreranno in azienda collaborando fattivamente con il personale dell’azienda.

Poter disporre, se necessario, di persone adeguatamente formate , e in tempi brevi riducendo il dispendio di energie e risorse, da inserire alla fine del progetto nella propria organizzazione.

Poter contare nella selezione e formazione dei giovani su un team qualificato di professionisti.

Attivare un processo di formazione e coaching, riducendo l’impegno economico dell’azienda ad un importo simbolico

VANTAGGI PER I GIOVANI :

Acquisire una qualificata competenza metodologica e applicativa che possa favorire il loro inserimento nel mondo del lavoro

Entrare in un progetto dove il personale delle aziende ospitanti e i professionisti saranno fortemente motivati a trasferire le loro esperienze.

Avere il supporto personalizzato di un team di professionisti per orientarsi nella scelta professionale.

Contattateci per maggiori informazioni: info@gianesincanepari.com.