« Tutti i contributi

INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI: agevolazioni grazie al credito d’imposta

Data di scadenza adesioni: 31/10/2021

Categoria contributo: Finanziamenti agevolati

Credito d’imposta su investimenti in beni strumentali – Piano Transizione 4.0

 

Con la Legge di Bilancio 2021 è stata prorogata questa opportunità per il biennio 2021-2022, secondo 2 modalità:

 

  • Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali 4.0
  • Credito d’imposta per attività in ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica e design

 


 

L’OBIETTIVO: supportare le imprese nel percorso di innovazione tecnologica

 


 

A CHI È DEDICATA L’AGEVOLAZIONE?

Possono richiedere il credito d’imposta tutte le imprese che vogliono investire in beni materiali ed immateriali all’interno del Piano Transizione 4.0.

 

 

QUALI SPESE SONO AMMISSIBILI?

  • beni materiali strumentali nuovi «non Industria 4.0», credito d’imposta 10% (2021) 6% (2022),
  • beni materiali strumentali nuovi «Industria 4.0» di cui all’Allegato A della legge n.232 del 2016 , credito d’imposta 50% del costo fino a 2,5 milioni di euro di investimento e poi a decrescere per scaglione di investimento,
  • beni immateriali strumentali nuovi «Industria 4.0» di cui all’Allegato B della legge n. 232 del 2016 20% del costo nel limite massimo di costi ammissibili pari a 1 milione di euro.

 

Il credito d’imposta può essere utilizzato a decorrere dall’anno di entrata in funzione del bene o dall’anno di interconnessione per i beni 4.0

  • in 3 quote annuali di pari importo (quindi 1/3 all’anno), a decorrere dall’anno,
  • in un’unica quota annuale, solo per i contribuenti con volume di ricavi/compensi inferiori a 5 milioni di euro e solo per gli investimenti in beni materiali «ordinari» (diversi da quelli 4.0) effettuati dal 16/11/2020 al 31/12/2021.

 

 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

Noi di GC&P offriamo completo supporto alle realtà che intendono beneficiare di questa opportunità, accompagnandole nel percorso di richiesta e realizzazione del progetto.

In particolare possiamo affiancati nella:

  • analisi degli investimenti previsti,
  • valutazione della loro congruità con i criteri 4.0,
  • redazione delle offerte e delle fatture dei fornitori.

Inoltre ti siamo accanto per:

  • la dicitura obbligatoria nei documenti contabili,
  • gli obblighi di conservazione documentale,
  • la comunicazione al Mise,
  • la dichiarazione sostituiva di atto notorio per investimenti 4.0 di costo unitario non superiore a 300.000 euro,
  • la perizia tecnica asseverata per investimenti 4.0 di costo unitario superiore a 300.000 euro,
  • le regole di compensazione in F24,
  • la compilazione quadro RU del Modello Redditi,
  • la compilazione del quadro Aiuti di Stato del Modello Redditi.

 

Contattaci per ricevere maggiori informazioni.

 

Share:

Richiedi informazioni per questo contributo