Le PMI e l’ambiente, i risultati della ricerca

Le PMI e l’ambiente, i risultati della ricerca

Le PMI e l’ambiente, i risultati della ricerca

La ricerca

Sono una cinquantina le aziende che fino ad ora hanno compilato il questionario di autovalutazione Le PMI e l’ambiente.

Questo set di domande rappresenta uno strumento continuo di misurazione che permette di capire quale sia il livello di sostenibilità delle aziende italiane.

Obiettivi della ricerca

Il questionario di autovalutazione permette di ottenere diversi obiettivi:

  • Dare consapevolezza a ciascuna azienda del proprio livello di sostenibilità
  • Confrontare i propri risultati con i risultati aggregati
  • Offrire degli spunti di miglioramento per riudrre l’impatto ambientale partendo già dalla compilazione
  • Ottenere un report gratuito, analizzato dai nostri consulenti

La metodologia

La ricerca è composta in 8 aree, per un totale di 60 domande. Le risposte vengono poi elaborate dai nostri consulenti che assegnano una valutazione. Ciascuna domanda ha uno specifico peso che va a comporre il punteggio.

Ciascuna azienda riceve un report finale dei punteggi per ogni area.

Sono stati individuate 3 soglie che confrontano il massimo punteggio ottenibile con il punteggio ottenuto dall’azienda.

L’azienda ha ottenuto più del 75% rispetto al punteggio massimo ottenibile.

L’azienda ha ottenuto un punteggio tra il 50% e il 75% del punteggio massimo ottenibile.

L’azienda ha ottenuto un punteggio minore del 50% rispetto al punteggio massimo ottenibile.

Com'è composta la ricerca

Oltre alle domande di profilazione dell’azienda, 8 sono le aree di indagine:

  1. Strategia ed organizzazione. Queste tematiche sono entrate nel cuore delle aziende?
  2. Marketing e comunicazione. Quanto la sostenibilità è considerata nelle fasi di analisi e pianificazione delle strategie di marketing?
  3. Progettazione dei prodotti. L’azienda pensa all’impatto ambientale del ciclo di vita di un prodotto?
  4. La fabbrica a zero emissioni
  5. La logistica
  6. Gli uffici
  7. Il green accounting. Esistono degli indicatori ed obiettivi?
  8. Sensibilità aziendale. L’azienda crede a queste tematiche?

I risultati

Le aziende partecipanti

Dimensioni

Clicca per ingrandire

Settori

Clicca per ingrandire

Strategia e organizzazione

Strategia ed OrganizzazioneQuesta sezione comprende, tra le altre, domande riguardanti

  • le certificazioni aziendali partendo dall’assunto che un’azienda che investe in certificazioni che riguardano l’ambiente dimostra un interesse ai temi
  • L’esistenza di politiche formalizzate per l’ambiente
  • L’esistenza di azioni concrete

Punteggio massimo ottenibile: 80 – Punteggio medio del campione: 42.7

53%

 

 

Marketing e comunicazione

Marketing e comunicazioneQuesta sezione vuole indagare quanto le tematiche ambientali siano considerate nelle fasi di analisi, pianificazione strategia ed operatività del marketing aziendale.

Punteggio massimo ottenibile: 24 – Punteggio medio del campione: 13.7

 57%

 

 

 

 

Eco-Design

Eco DesignIn questa area del questionario l’area di indagine include

  • La propensione alla ricerca di materiali meno dannosi per l’ambiente
  • La propensione alla ricerca di modalità produttive per ridurre l’impatto delle lavorazioni
  • L’analisi di impatto ambientale anche per le fasi successive alla produzione
  • L’analisi di impatto ambientale per tutto il ciclo di vita del prodotto

Punteggio massimo ottenibile: 36 – Punteggio medio del campione: 16.2

45%

 

 

Fabbrica a zero emissioni

Fabbrica a 0 emissioniQuesta è la parte più importante della ricerca e contiene domande riguardanti tre aree:

  • Energia
  • Rifiuti
  • Emissioni dovuti al pendolarismo

Punteggio massimo ottenibile: 104 – Punteggio medio del campione: 66.4

64%

 

 

Logistica Verde

Logistica VerdeQuesta parte riguarda

  • La scelta dei fornitori su criteri delle loro performance ambientali
  • Utilizzo di imballi riutilizzabili / riciclabili
  • La scelta di mezzi di trasporto a minor impatto ambientali

Le performance aziendali sono strettamente collegate a quelle del sistema, sulle quali le aziende non anno controllo

Punteggio massimo ottenibile: 16 – Punteggio medio del campione: 7.6

48%

 

Ufficio sostenibile

Ufficio sostenibileAnche negli uffici si possono compiere azioni per ridurre l’impatto ambientale.

Punteggio massimo ottenibile: 28 – Punteggio medio del campione: 17.8

 64 %

 

 

Lean & Green accounting

Lean & Green accountingLa settima sezione indaga l’esistenza di indicatori sintetici dell’impatto ambientale e l’esistenza di obiettivi quantitativi

Punteggio massimo ottenibile: 12 – Punteggio medio del campione: 4.5

38%

 

 

 

 

Sensibilità ambientale

Sensibilità aziendaleL’ultima sezione del questionario misurala sensibilità dell’azienda ai temi ambientali. Le domande prendono in considerazione soprattutto i benefici attesi dall’attenzione alla sostenibilità aziendale.

Punteggio massimo ottenibile: 32 – Punteggio medio del campione: 21.2

66%

 

 

 

La valutazione globale

Punteggio massimo ottenibile: 332 – Punteggio medio del campione: 190.1

57%

Alcuni consigli

Definisci i principi generali

Definisci i principi a cui aspirare come organizzazione e un piano di transizione verso la decarbonizzazione: sono aspetti fondamentali nel nuovo contesto europeo e mondiale

Scegli una certificazione

Intraprendere un processo di certificazione o un qualche altro sistema di accreditamento e divulgazione dei dati ambientali permette di dimostrare che l’azienda è attenta e sensibile a queste tematiche e sarà da stimolo a tutta l’organizzazione per continuare il percorso verso la sostenibilità.

Comunica

I risultati del campione mostrano che molte imprese ancora non hanno cominciato a pensare ad una campagna di comunicazione della propria politica ambientale.

Comunicare la propria sensibilità e il proprio essere Green è un sicuro vantaggio competitivo.

Misura: è il primo passo per migliorare

Dal campione emerge che le aziende non hanno un sistema di rilevazione dei propri impatti ambientali e del calcolo dei costi ad esso associati. Definire e utilizzare un sistema di rilevazione sintetica permette invece di monitorare il proprio percorso verso la transizione Green.

Definisci gli obiettivi

Definire degli obiettivi quantitativi verso la transizione Green permetterà di valutare gli impegni assunti dalle imprese e intraprendere le azioni correttive necessarie.

Riduci sempre consumi

Continuare a misurare è fondamentale, serve però, per rimanere competitivi, intraprendere progetti per ridurre i consume di risorse, specialmente se elevati e considerato i costi sempre più alti delle fonti di energia e delle materie prime.

Scegli i giusti partner per la tua catena del valore

Cominciare a selezionare i propri fornitori anche per le loro performance ambientali e considerare mezzi di traporto sempre più sostenibili permette all’impresa di aumentare la propria reputazione sul mercato.

Coinvolgi le persone

Valore aggiunto per intraprendere il cammino della transizione Green può essere quello di creare un gruppo di lavoro interfunzionale, di persone motivate che possano portare avanti e fare da traino per tutta l’organizzazione sui temi ambientali.

Webinar di presentazione dei risultati

Share: